La clamorosa demolizione di Medjugorje fatta da papa Bergoglio, sul volo di ritorno da Fatima, è arrivata con gli effetti di una “bomba”.

Ma vediamo precisamente cos’ha detto perché già certi “pompieri” stanno cercando di minimizzare, sopire e troncare: sono quelli che finora hanno sostenuto che la “Madonna di Medjugorje” era entusiasta di Bergoglio e Bergoglio era entusiasta della “Madonna di Medjugorje”….

Dunque alla domanda sull’autenticità delle apparizioni nel villaggio bosniaco, Bergoglio ha risposto:

PRIMO. LA COMMISSIONE RUINI

“E’ stata fatta una commissione presieduta dal Cardinale Ruini…. Una commissione di bravi teologi, vescovi, cardinali. Il rapporto-Ruini è molto, molto buono… si devono distinguere tre cose. Sulle prime apparizioni, quando [i “veggenti”] erano ragazzi, il rapporto più o meno dice che si deve continuare a investigare”.

ATTENZIONE: QUI PAPA BERGOGLIO NON RIVELA CHE LA COMMISSIONE RUINI HA DATO PARERE FAVOREVOLE ALL’AUTENTICITA DELLE PRIME APPARIZIONI, MA CHE LA COMMISSIONE RITIENE CHE CI SIA MATERIA PER CONTINUARE A INVESTIGARE

SECONDO: LE APPARIZIONI SUCCESSIVE E ODIERNE

Circa le presunte apparizioni attuali, il rapporto ha i suoi dubbi. Io personalmente sono più ‘cattivo’: io preferisco la Madonna madre, nostra madre, e non la Madonna capo-ufficio telegrafico che tutti i giorni invia un messaggio a tale ora… questa non è la mamma di Gesù. E queste presunte apparizioni non hanno tanto valore. E questo lo dico come opinione personale. Ma chi pensa che la Madonna dica: ‘Venite che domani alla tale ora dirò un messaggio a quel veggente’; no”.

DUNQUE SULLE APPARIZIONI SUCCESSIVE E ODIERNE IL RAPPORTO RUINI E’ SCETTICO (A DIFFERENZA DELLE PRIME, NON C’E’ NEMMENO MATERIA PER INVESTIGARE). MA BERGOGLIO DICHIARA CHE LUI E’ ANCHE “PIU’ CATTIVO” E CHE – A SUO GIUDIZIO – “QUESTA NON E’ LA MAMMA DI GESU’ “.

TERZO: LUOGO DI CONVERSIONE

“Il nocciolo vero e proprio del rapporto-Ruini: il fatto spirituale, il fatto pastorale, gente che va lì e si converte, gente che incontra Dio, che cambia vita… Per questo non c’è una bacchetta magica, e questo fatto spirituale-pastorale non si può negare. Adesso, per vedere le cose con tutti questi dati, con le risposte che mi hanno inviato i teologi, si è nominato questo Vescovo – bravo, bravo perché ha esperienza – per vedere la parte pastorale come va. E alla fine, si dirà qualche parola”.

QUI IN SOSTANZA BERGOGLIO RICONOSCE CHE TANTI, ANDANDO A MEDJUGORJE, SI CONVERTONO, MA PUO’ ACCADERE DOVUNQUE, HA DETTO IN RIFERIMENTO A FATIMA. POI AGGIUNGE CHE OCCORRE ORGANIZZARE UNA PASTORALE ADEGUATA. SENZA TUTTO IL CONTESTO DELLE “APPARIZIONI” E DEI “MESSAGGI” CHE BERGOGLIO HA SPAZZATO VIA PRIMA, CON DUREZZA INUSITATA E PERFINO CON SARCASMO.

.

A questo punto faccio una breve considerazione: la stroncatura di Bergoglio è devastante. Quella della Commissione Ruini è parziale, ma, anche continuando a investigare e arrivando alla conclusione che le prime apparizioni furono autentiche, resterebbe il problema di sentir dire dalla Chiesa che dopo (da quando? Per quanti anni?) le apparizioni non sono state autentiche.

ADESSO, PER COME SI SONO MESSE LE COSE CON L’IRRITUALE E PESANTE (NELLE MODALITA’) PRONUNCIAMENTO AEREO DI BERGOGLIO, LA CHIESA DOVRA’ PRONUNCIARSI SULLE APPARIZIONI IN QUANTO TALI E NON POTRA’ ELUDERE IL PROBLEMA, FINGENDO CHE SI TRATTI SOLO DI ORGANIZZARE LA PASTORALE DELLA PARROCCHIA DI MEDJUGORJE.

INOLTRE IERI E’ VENUTO AL PETTINE IL NODO BERGOGLIO/MEDJUGORJE.

Nei mesi scorsi più volte Bergoglio ha fatto battute sarcastiche sulla “Madonna postina” e sui suoi “presunti messaggi”. Ma certi medjugorjani fan di Bergoglio negavano rabbiosamente che si riferisse a Medjugorje: asserivano che egli aveva di mira altre “false apparizioni” e ovviamente attaccavano chi diceva il contrario (come il sottoscritto) perché sarebbe stato malevolo e in malafede.

Oggi che Bergoglio stesso ha confermato che si riferiva proprio a Medjugorje si sentirà qualcuno di loro scusarsi e riconoscere di essersi sbagliato?

Infine un’altra osservazione.

C’è un presunto “messaggio” (uno solo, per la verità), in cui uno dei presunti veggenti attribuisce alla Madonna parole di grande stima e favore per “il Santo Padre” (è dell’agosto 2014).

Più d’uno ha sollevato grossi dubbi su questo messaggio (anche per i termini usati, che non risultano credibili), ma quei medjugorjani fan di Bergoglio, incuranti dei dubbi, hanno subito “cavalcato” tale messaggio usandolo come una clava morale da dare in testa a coloro che criticano il papa argentino: secondo loro quel “messaggio” sarebbe la prova che la Madonna è un’altissima ammiratrice dell’attuale vescovo di Roma. E quindi la Madonna avrebbe tappato duramente la bocca ai critici.

Beh, adesso proprio il vescovo di Roma viene a dirci che lui non crede né a queste apparizioni né a questi messaggi, ironizzando sulla “Madonna postina”.

Mi chiedo dunque come faranno costoro: se è Bergoglio stesso a dirci che non è vero che la Madonna si è espressa così su di lui, quei papolatri vorranno “disobbedire” a Bergoglio?

Infine vorrei sapere cosa pensano i sei “veggenti” delle dichiarazioni di Bergoglio: che spiegazioni danno?

Vorrei sentire soprattutto un paio di loro che, nei mesi scorsi, hanno duramente attaccato me (e altri) per aver espresso critiche su Bergoglio…

 

Antonio Socci

Print Friendly